Corso di recitazione e drammaturgia Verbania

Hai sempre sognato di scrivere un tuo testo teatrale? Ritieni di avere un buon soggetto per una rappresentazione ma non hai la più pallida idea di come metterlo su carta? O ti piacerebbe semplicemente apprendere qualche tecnica di recitazione? Se la risposta ad almeno una di queste domande è sì, allora sei capitato nel posto giusto: il corso di recitazione e drammaturgia organizzato da noi di Associazione Sherazade e dalla Biblioteca di Verbania ti fornirà tutti gli strumenti per poter dare il via alla tua carriera di attore e autore di testi teatrali!

Se invece sono i tuoi figli ad avere una smodata passione per la recitazione scopri perché dovrebbero frequentare il nostro corso di teatro per bambini!

Perché fare teatro oggi?

“Il teatro resiste come un divino anacronismo”
Orson Welles

Parole e musica di Orson Welles, che prima di diventare attore e regista cinematografico di opere immortali come Quarto potere, ha anche avuto una discreta carriera come drammaturgo e attore di teatro.

In effetti la frase, benché scritta più di 50 anni fa, continua a essere molto attuale.

Perché fare teatro? Perché concentrarsi su una forma d’arte che appare così superata e fuori dal tempo? Il teatro non è semplicemente un doppione del cinema?

La risposta a queste domande è tutt’altro che banale: in effetti negli ultimi cento anni il cinema, nato come semplice e grossolano passatempo per i ceti meno colti, ha invertito le tendenze, superando di gran lunga il teatro (visto ora come forma d’intrattenimento elitaria) nelle preferenze del grande pubblico.

Questo ha portato alla diffusa (e falsa) convinzione che la “Settima Arte” sia una disciplina sostitutiva e anzi, un vero e proprio superamento dell’esperienza teatrale.

In realtà le cose non stanno proprio così: mentre l’esperienza cinematografica è giocoforza mediata attraverso uno schermo e, dunque, risulta in qualche modo più fredda e meno coinvolgente, quella teatrale permette di avere un contatto diretto con il pubblico, trascinandolo in un certo senso all’interno della rappresentazione stessa.

In un mondo in cui sembra che si stiano riducendo sempre più le occasioni di contatto umano tra le persone fare teatro significa, in definitiva, ristabilire quel sottile filo rosso che lega tra loro l’anima dell’attore sulla scena e quelle di coloro che assistono dal vivo al suo spettacolo.

L’obiettivo del nostro corso di recitazione e drammaturgia

Il nostro corso ha l’obiettivo di seguire il percorso di un testo teatrale dalla stesura di un breve testo drammaturgico fino alla sua messa in scena teatrale.

A tal proposito il percorso d’insegnamento sarà articolato in due moduli:

– Nel primo modulo l’insegnante fornirà una spiegazione esaustiva delle tecniche di scrittura teatrale, guidando i partecipanti nell’apprendimento di una serie di strumenti retorici e stilistici necessari per la costruzione di un testo teatrale.

A ogni allievo sarà poi chiesto di mettere in pratica queste nuove conoscenze attraverso la stesura di una breve drammaturgia.

– Nel secondo modulo si passerà invece alla pratica: i partecipanti al corso, sempre guidati dall’insegnante, tenteranno di mettere in scena il testo teatrale da loro elaborato durante le prime lezioni.

Il nostro corso: l’insegnante

Luisella Sala è diplomata all‘Accademia di Arte Drammatica di Milano con il Premio Accademia, e con l’attore e regista Alessandro Marchetti ha dato vita (sempre a Milano) alla “Compagnia Teatro 7”.

Nel 1970 è stata chiamata per la riapertura del Teatro Filodrammatici di Milano e nei vent’anni successivi ha viaggiato in tournée in Italia, Europa e Africa. Ha inoltre scritto diverse pièces teatrali, poi rappresentate in Svizzera, Germania e U.S.A.

Vincitrice per due anni consecutivi (2003 e 2004) del premio di drammaturgia “Donne e Teatro a Roma, ha anche compiuto una serie di viaggi in Giappone per un confronto tra la Commedia dell’Arte e il Kyogen.

Trasferitasi a Verbania nel 1994 ha fondato con Marchetti la Scuola di Teatro Studio per i giovani e la Compagnia Stabile del Verbano-Cusio-Ossola.

Nel 2020 risulta vincitrice al Concorso Autori Italiani indetto dalla rivista Sipario con l’opera “La Doppiatrice”.

Corso di recitazione e drammaturgia a Verbania: info e prenotazioni

Per avere ulteriori informazioni riguardo ai nostri insegnamenti attualmente attivi e per scoprire come prenotare un ciclo di lezioni visitate la pagina corsi della Biblioteca di Verbania. Se invece non siete ancora convinti e vi interessa avere qualche informazione in più scriveteci senza impegno a info@associazionesherazade.it o date un’occhiata agli altri corsi che abbiamo in programma per voi.

Vi aspettiamo!

Vuoi saperne di più?  Scopri la selezione di titoli pensati per te! Disponibili presso le biblioteche del Sistema Bibliotecario del VCO o su MLOL.

Questo volume mette in evidenza da un lato la teoria e la presentazione dei testi teatrali e dall’altro fornisce dei materiali di lavoro. Il libro si sofferma sul concetto di interpretazione e sul rapporto tra autore-attore per la realizzazione della messinscena.

Leggimi

«Quello non lo insegno.» Così rispondeva Pontiggia a chi gli chiedeva come diventare scrittore. Non basta avere attitudine e ambizione. Come per il nuoto, si possono però ottenere buoni risultati impadronendosi della tecnica, osservando i modelli, allenandosi.

Leggimi

"Non esiste opera d'arte senza sistema. Se la drammaturgia è un linguaggio, questo è retto da una grammatica. E, come tutte le regole, esse devono essere imparate per poter essere poi trasgredite. La conoscenza delle regole non toglie nulla al talento, lo nutre".

Leggimi

Una guida per lo spettatore che vuole scoprire i significati e i linguaggi della scena teatrale. Un'introduzione alle principali componenti di uno spettacolo: luci, scenografia, costumi, tecniche di recitazione e nuove tecnologie.

Leggimi

Con un linguaggio semplice e chiaro e partendo dalla propria esperienza di narratore, sceneggiatore, librettista e drammaturgo di successo, Vincenzo Cerami introduce il lettore ai segreti dell'arte narrativa: materiali di lavoro, meccanismi, trucchi.

Leggimi

Questa Breve storia racconta il teatro quale noi lo conosciamo collegando sinteticamente quegli aspetti, quei momenti, quei movimenti e quei nomi che hanno contribuito a farne quello che è. È la storia del "nostro" teatro come logico punto di arrivo del passato.

Leggimi

Questo volume nasce da un'interessante esperienza svolta dal teatro stabile di Bolzano: è da questo contesto operativo che Giorgio Dal Piai ha maturato la decisione di scrivere questo manuale che si occupa delle "difficoltà del dire corretto nella lingua italiana".

Leggimi

Stefano Benni e il teatro: una felice consuetudine che dura da più di dieci anni. Questo primo volume del teatro di Benni comprende sei racconti-sceneggiatura, che rivisitano con ironia e originalità sfrenata miti della letteratura e del teatro contemporaneo.

Leggimi